Cerca
Close this search box.

Bevande a base di cereali, legumi, semi oleosi

Le bevande vegetali (ma anche i dessert e gli “yogurt”) si sono moltiplicate, al punto da guadagnarsi uno spazio dedicato.

Le bevande vegetali fino a qualche anno fa, nei supermercati erano, timidamente, inserite a fianco del latte a lunga conservazione e c’erano giusto un paio d’opzioni, ossia quella di soia e quella di riso. Oggi le bevande vegetali (ma anche i dessert e gli “yogurt”) si sono moltiplicate, al punto da guadagnarsi uno spazio dedicato, sia sugli scaffali dei prodotti a lunga conservazione sia nei banchi dei freschi. Un risultato importante, perché conferma come i sostituti di latte e derivati siano diventati una categoria a se stante anche nella mente di chi fa la spesa. Per adempiere a questo ruolo, piuttosto impegnativo, è necessario che l’assortimento sia talmente ampio da coprire tutte le occasioni d’uso e gli utilizzi di latte e yogurt in cucina. Ed è quello che sta accadendo.

Perché piacciono tanto?

Le bevande sono state lanciate inizialmente nella versione a lunga conservazione e poi sono arrivare quelle fresche pastorizzate. Gli “yogurt”, dapprima erano proposti solo nei gusti classici, mentre oggi si può gustare addirittura lo “yogurt alla greca” ma 100% vegetale.

Continua ad approfondire su https://www.cucina-naturale.it/senza-categoria/latticini-senza-latte-conosciamoli-meglio/

Potrebbe forse interessarti...

Parente stretto del carciofo, ghiotto e delicato, se è “gobbo” si mangia anche crudo
Le ostriche sono molluschi che, nell’immaginario collettivo, rappresentano un cibo prezioso, chic e afrodisiaco!
Si tratta di una specie molto apprezzata fin dall'antichità, come dimostrano alcune raffigurazioni presenti nei mosaici di Pompei antica.
Formaggio piemontese d’importanza storica prodotto in alcuni comuni della provincia di Cuneo con latte di vacca
Si tratta di un latticino vero e proprio, che ha però la forma di un tradizionale pandoro, uno dei dolci tipici delle festività natalizie.
La caratteristica di questa carne, immediata per altro alla vista, è la sua texture, intessuta da una fitta rete di filamenti di grasso.
E' diventato uno dei prodotti principali per identificare la primizia di Pachino dato che ha trovato il suo habitat naturale in questa zona.
Angurie e meloni sono i frutti estivi per eccellenza, anche se in realtà i meloni oggi si trovano in commercio da aprile a dicembre.