Cerca
Close this search box.

Frutta esotica “tipica” da periodo natalizio

Se ananas e kiwi sono ormai di casa, alkekengi, carambola e rambutan, possono costituire un interessante diversivo.

Se ananas, banane e avocado si trovano tutto l’anno e hanno perso la loro connotazione “esotica”, altri frutti compaiono sui banchi dei supermercati soprattutto in questo periodo. Quelli importati per via aerea arrivano già maturi, al meglio delle loro caratteristiche di gusto (vedi fotogallery in fondo all’articolo).

ALKECHENGI (1)
Privi di nocciolo e ricchi di semi, hanno sapore acidulo e vanno mangiati solo quando è scomparsa ogni traccia di colore verde dalla buccia. Si gustano freschi o, più spesso, ricoperti di cioccolato.

CARAMBOLA (2)
Le fette, croccanti e di sapore acidulo, hanno una curiosa forma a stella, ideale per guarnire pietanze e dolci delle feste.

GRANADILLA (3)
Di origine messicana, ha scorza dura e spessa che va tagliata a metà. La polpa, di gusto dolce acidulo, si raccoglie insieme ai semi edibili con un cucchiaino.

LITCHI (4)
In Cina viene regalato a inizio anno per augurare fortuna. Ha polpa bianca e succosa, dal gusto dolce, che ricorda quello dell’uva.

MANGO (5)
Con buccia liscia e sottile, ha polpa arancione e fondente, simile a quella della pesca. Nelle ricette salate, si gusta in insalata con gli spinaci, oppure in piatti etnici, con pollo e curry.

PAPAYA (6)
Dalla polpa morbida e burrosa, di colore arancio, ha sapore dolce simile al melone. Oltre che al naturale, si gusta abbinata al prosciutto crudo o a formaggi morbidi, oltre che in mousse.

PITAYA (7)
Può essere di varietà gialla, più saporita, o rossa, entrambe con polpa dolce e densa di semini commestibili. Di origine sudamericana, ha un aspetto bizzarro, simile a una pigna. Si gusta al naturale o cubettata, in spiedini alla griglia.

RAMBUTAN (8)
Simile a un piccolo riccio per la parte esterna ricoperta da punte morbide , proviene dalla Thailandia. Ha sapore delicato, dolce e leggermente acidulo.

TAMARILLO (9)
Arriva dall’Ecuador. Con buccia scarlatta o giallo oro, ha polpa morbidissima, da gustare con un cucchiaino.

Potrebbe forse interessarti...

Onnipresenti saranno il burro e i noodles di alghe, diffusi in tutti i bar e ristoranti etnici di ispirazione tropicale
Le cozze sono una prelibatezza che proviene dal mare e possono essere cucinate nei modi più svariati, andando dagli antipasti ai secondi piatti.
In genere si tratta di antiche varietà di ortaggi, la cui coltivazione è stata abbandonata quasi del tutto dal secondo dopoguerra in poi.
Se avete sentito parlare di verdure antiche e dimenticate ma non avete capito bene cosa siano, ma sopratutto quali siano, siete nel posto giusto.
Le bevande vegetali (ma anche i dessert e gli “yogurt”) si sono moltiplicate, al punto da guadagnarsi uno spazio dedicato.
Una selezione di ortaggi antichi e spesso dimenticati che, fortunatamente, non sono introvabili: sono in vendita nei mercatini a km 0.
Sono tanto buoni quanto ricercati. Per questo la battaglia contro la raccolta illegale è sempre più dura. Nonostante sequestri e controlli.
E' prodotta artigianalmente tra le vette delle montagne solo e con ingredienti naturali accuratamente selezionati, e non ha conservanti.