TRENDING: Acadèmia, la prima scuola digitale dedicata alla cucina Leggi di più

TRENDING: Le fave fanno tanta primavera Leggi di più

TRENDING: Viaggiare con i piatti: il Morzello catanzarese Leggi di più

TRENDING: Un dolce dell’infanzia: la Pignolata messinese Leggi di più

TRENDING: Il mio cocktail preferito: il Margarita Leggi di più

27 Settembre 2017

La salsa Alioli dalla Catalogna

11

Ricordo sempre con intesità nei miei viaggi in Spagna questa squisita salsa che viene servita prima dei pasti o come aperitivo. E’ una salsa simile alla maionese a base di olio d’oliva e aglio originaria della Catalogna, più precisamente della cucina della città di Valencia.

La ricetta dell’alioli è molto semplice, basta prestare la giusta attenzione a non farla “impazzire”, un po’ come succede per la maionese. Volendo, si può aggiungere del succo di limone per dare alla salsa un tocco di acidità in più e si può optare per togliere agli spicchi di aglio i germogli così da rendere il suo sapore meno intenso e più dolce.

Si pensa che una prima ricetta rudimentale della salsa alioli fosse conosciuta fin dagli antichi Egizi che pestavano nel mortaio l’aglio e lo mescolavano all’olio a lungo fino ad ottenere una crema densa. Dagli Egizi la salsa si diffuse in Sicilia e in Andalusia durante l’Impero Romano, ma rimase sempre una salsa “umile”, della gente povera, contrapposta alla salsa “ricca”, la maionese, che conteneva anche l’uovo. In passato, quindi, l’alioli somigliava più ad una vinagrette che ad una maionese. La ricetta moderna dell’alioli, che prevede anche l’aggiunta di uovo, è una versione recente, ma comunemente adottata, perchè il tuorlo d’uovo la rende più cremosa e gustosa.