TRENDING: Acadèmia, la prima scuola digitale dedicata alla cucina Leggi di più

TRENDING: Le fave fanno tanta primavera Leggi di più

TRENDING: Viaggiare con i piatti: il Morzello catanzarese Leggi di più

TRENDING: Un dolce dell’infanzia: la Pignolata messinese Leggi di più

TRENDING: Il mio cocktail preferito: il Margarita Leggi di più

20 Aprile 2017

Pomodoro Marinda, extralusso

13

In questo periodo e per un tempo limitato ci si può imbattere in questo pomodoro dalle qualità eccelse.

Il pomodoro Marinda è diventato uno dei prodotti principali per identificare la primizia di Pachino dato che ha trovato il suo habitat naturale in questa zona grazie alla tipologia dei suoi terreni, al clima particolarmente temperato con irraggiamento solare costante durante tutto l’anno e con costanti brezze di ponente cariche di salsedine associate alle rare gelate, alla particolare composizione dell’acqua salmastra utilizzata e alle acque saline delle falde acquifere che gli conferiscono caratteristiche uniche nel suo genere.

È un pomodoro costoluto che si distingue per la forma appiattita, per l’elevato numero di costolature (non meno di 10) e per la pennellata, che circonda la parte apicale, di un colore verde molto scuro e brillante, che lo rende esteticamente attraente.
Pomodoro invernale che viene raccolto tra gennaio e maggio. Quindi ancora qualche giorno per poterli assaporare nel massimo del loro splendore.

Un prodotto extralusso e veramente snob! È il pomodoro dei ricordi, della nostalgia dell’estate: riconcilia nei mesi invernali con il gusto del pomodoro per il suo profumo di sole, per il suo ricchissimo sapore dolce, avvolgente, succoso, persistente, saporito, per la sua consistenza soda, croccante e compatta. È un pomodoro dal gusto intenso e squisito.

Pomodoro Marinda